Carrello:
0item(s)

Non hai articoli nel carrello.

Prodotti

Product was successfully added to your shopping cart.

Sedia ergonomica da ufficio, caratteristiche e benefici principali

Trascorrere molte ore seduti di fronte a un computer può comportare diversi disturbi legati all’apparato muscolo-scheletrico.

Per evitare mal di schiena, mal di collo e dolori cervicali è necessario assumere una postura corretta e adottare sedute per ufficio di alta qualità ergonomica.

Per questa ragione, Buffetti ti aiuta nella scelta della sedia ergonomica più adatta alle tue esigenze.

Scopri tutti i consigli.

Ambiente sedia Buffetti

Perché scegliere una sedia ergonomica per il tuo lavoro?

Secondo l’Agenzia Europea per la Sicurezza e la Salute sul Lavoro, ogni anno su 600 milioni di giornate non lavorate a causa di problemi di salute correlati al lavoro, il 40-50% sono riconducibili a disturbi muscolo-scheletrici.
A fronte della situazione attuale e della crescente domanda di smart working, poi, i problemi derivanti da una cattiva postura sono aumentati, determinando una minore efficienza in ambito lavorativo.

Grazie a differenti modelli di sedie ergonomiche da ufficio, Buffetti offre soluzioni di grande aiuto per la tua salute muscolo-scheletrica.
Ecco quali sono le principali caratteristiche da tenere in considerazione.

Una delle caratteristiche principali delle sedie ergonomiche è la possibilità di regolare in altezza lo schienale tramite manopola o dispositivo a scatto Up&Down. In questo modo, una volta stabilita l’altezza corretta dello schienale, le spalle saranno rilassate e lo sguardo sarà in linea con il monitor del computer.

La regolazione dell’inclinazione dello schienale, invece, consente di preservare il corretto allineamento delle vertebre, mentre la regolazione della spinta dello schienale offre un ulteriore beneficio in termini di comfort e sicurezza.
Il meccanismo anti-shock è un sistema di sicurezza che bilancia la naturale spinta dello schienale in avanti, evitandone il ritorno violento e/o involontario qualora la seduta sia scarica.

Non meno importanti sono i braccioli, un ulteriore supporto per quanti soffrono di problemi posturali.
Bisogna valutare con attenzione la presenza o meno dei braccioli nella scelta della sedia ergonomica, perché questi possono rivelarsi utili accessori per ridurre la pressione su braccia e spalle ed evitare così dolori alla cervicale.

Cattiva postura

Sedie operative e sedie direzionali: quale scegliere?

Generalmente per l’ufficio si opta per sedie ergonomiche operative o sedie ergonomiche direzionali, a seconda delle necessità.
In entrambi i casi, l’obiettivo di Buffetti è unire la bellezza delle linea con la comodità, in modo che l’una non vada a scapito dell’altra.
In che modo?

Le sedie operative rappresentano le classiche sedute da scrivania e sono pensate per coloro che trascorrono seduti l’intera giornata lavorativa.
Per questa ragione, i rivestimenti sono solitamente in tessuto o in rete, in grado di garantire buone prestazioni di traspirabilità e resistenza. Oltre alla regolazione progressiva dell’altezza dello schienale, il meccanismo synchro permette di ottenere un movimento sincronizzato tra la superficie del sedile e quella dello schienale in rapporto 3:1.
Le sedute operative Air Synchro combinano il design moderno a una conformazione ergonomica del sedile, a sostegno del bacino; e la stessa struttura della rete portante dello schienale sostiene in modo attivo la zona lombare, riducendo al minimo lo sforzo a suo carico.
Le molteplici funzionalità della sedia operativa B20 consentono una regolazione ottimale della seduta a seconda delle necessità, in modo conforme alla normativa vigente nel Testo Unico sulla Sicurezza (D.Lgs. 81/2008) per la prevenzione e la tutela della salute fisica e mentale dei lavoratori. Il meccanismo synchro con anti-shock è bloccabile in 4 posizioni, e il sedile traslatore permette di aumentare lo spazio di seduta - una caratteristica particolarmente utile nel caso di persone di statura elevata. A completarne i plus, i braccioli nella versione 4D e pertanto regolabili in altezza, larghezza, profondità e rotazione, e il supporto lombare regolabile in altezza per sostenere i muscoli della schiena.

Le sedie direzionali sono invece le sedute di rappresentanza, generalmente destinate a chi occupa una posizione di responsabilità all’interno dell’ufficio e a chi trascorre meno ore seduto alla scrivania.
I materiali di rivestimento in similpelle sono abbinati in genere a un meccanismo oscillante, che permette di avere un movimento oscillatorio tra sedile e schienale in rapporto 1:1.

Nella sedia direzionale Thelma, Buffetti unisce il fascino del design italiano all’ergonomicità della seduta. Dettagli curati e caratteristici rendono questa sedia un prodotto ideale per ambienti giovani e dinamici; cuciture a vista, braccioli e base in acciaio pressofuso la impreziosiscono ulteriormente. Il meccanismo oscillante con regolazione della spinta dello schienale in base al peso corporeo, poi, permette di trovare la posizione più confortevole per lavorare.

Tutti i meccanismi delle sedie ergonomiche da ufficio

Il meccanismo synchro è considerato uno dei più performanti, poiché sia lo schienale sia la seduta seguono il movimento del corpo: a ogni inclinazione del 30% dello schienale corrisponde un’elevazione del 10% del sedile, che aumenta il comfort dell’utente scaricando il peso della colonna vertebrale sulla sedia.
Il meccanismo oscillante permette di mantenere sempre la stessa angolazione tra sedile e schienale, con la possibilità di bloccare quest’ultimo in posizione verticale o di lasciarlo libero.

Ci sono tuttavia anche altri meccanismi che regolano la seduta di una sedia ergonomica da ufficio.

Nel caso della sedia operativa Explorer 2.0, il più comune meccanismo a contatto permanente permette allo schienale di muoversi liberamente, mantenendo il contatto con la schiena, oppure di bloccarlo nella posizione desiderata. In questo modo, viene garantito il giusto sostegno alla schiena se si trascorrono diverse ore alla scrivania.

La sedia operativa B15 è dotata invece del meccanismo sitness, in cui la struttura e la superficie del sedile sono collegati in modo dinamico per un movimento tridimensionale di schiena e bacino. Il modello ha il certificato GS dello LGA di Norimberga, che garantisce il rispetto di tutti i requisiti in fatto di comodità di utilizzo, resistenza, durata dei materiali e sicurezza.

Benessere da postura corretta

Una postura corretta, favorita dalla scelta della giusta sedia ergonomica, contribuisce a una generale sensazione di benessere, che si ripercuote anche sul lavoro in termini di maggiore concentrazione e rendimento.

Le sedie ergonomiche da ufficio di Buffetti coniugano estetica e funzionalità, per rispondere alle esigenze di ciascuno.

Scoprile tutte e scegli la più adatta a te.