0item(s)

Non hai articoli nel carrello.

Product was successfully added to your shopping cart.

Autodemolitori

Imposta ordine discendente

3 Prodotti/o

Imposta ordine discendente

3 Prodotti/o

Registro per autodemolitori

La Direttiva europea 2000/53/CE disciplina nei paesi della UE la gestione dei veicoli dismessi e fuori uso, nell’ambito del progetto di riduzione dell’impatto ambientale dei rifiuti speciali.

In Italia, tale normativa, trasformata in legge dello Stato con il decreto legislativo 24/6/2003 n. 209, prevede che tutti i veicoli, una volta cancellati dal P.R.A. vengano smaltiti in sicurezza come rifiuti pericolosi da imprese autorizzate nel settore delle autodemolizioni.

Secondo quanto prescritto dalla legge, gli impianti autodemolitori autorizzati, devono garantire un corretto smaltimento dei rottami e tenere una documentazione trasparente per la tracciabilità delle operazioni.

Gli autodemolitori sono obbligati a rilasciare al proprietario del veicolo il certificato di rottamazione e la dichiarazione di presa in carico del mezzo, con la quale si impegnano a presentare la richiesta per la sua cancellazione al P.R.A., entro e non oltre 30 giorni.

Il certificato deve contenere i dati relativi al proprietario del veicolo e dell’autodemolitore; l’indicazione dell’autorità che ha rilasciato l’autorizzazione all’impianto di autodemolizione; la data e l’ora del rilascio dello stesso certificato.

Il certificato di rottamazione è di fondamentale importanza, poiché solleva il proprietario del veicolo da ogni responsabilità civile, penale e amministrativa relativa al mezzo dismesso. Per questo motivo, tale documento, oltre a dover essere compilato correttamente in ogni sua parte, va vidimato dalla questura competente.

Il titolare del centro autodemolizione, inoltre, è tenuto a compilare un registro di entrata e uscita dei veicoli, con i dati relativi agli automezzi da rottamare, fino alla avvenuta denuncia al P.R.A., che rilascia la ricevuta che consente di proseguire con i servizi di demolizione, smaltimento dei rottami, recupero e vendita dei ricambi, secondo quanto previsto dalla legge.

La non regolarità dell’impianto, o della documentazione delle attività a quanto prescritto dalla legge, comporta pene e sanzioni da parte delle autorità di vigilanza.

Buffetti, nella sua sezione dedicata alla modulistica, vi propone i modelli cartacei conformi alla legge per il settore delle autodemolizioni.

I documenti sono prestampati per la compilazione corretta del certificato di rottamazione e di carico/scarico dei veicoli.